Benvenuti nel Blog del Biologico in Italia.
Se ti interessi o ti occupi di Bio e vuoi contribuire allo sviluppo di questo progetto, contattaci!


Un Bio diversoVa bene il biologico ma per farlo arrivare sullo scaffale siamo certi che sia realmente sostenibile? Dopo il raccolto i prodotti vengono conservati anche per lunghi periodi in celle frigorifere e fanno poi chilometri e chilometri per giungere al consumatore finale. Serve dunque un “biologico tecnologico sostenibile”, una filiera integrata alla quale concorrano gli sforzi di ricerca, industria e istituzioni per ridurre l’impatto ambientale incidendo (altro…)

[del.icio.us] [Digg] [Facebook] [Email]
0 commenti | scrivi un commento




Prodotti biologiciIl 59% delle famiglie italiane acquista almeno un prodotto Bio l’anno (+1,7 milioni nel 2013), più sicuri per la salute e di qualità (70%), frutta e verdura su tutti (45%), in negozi ad hoc (46,3%) e in Gdo (27%, con il 12% di ristoranti ed e-commerce, mercati tutti da battere), ha alto reddito (69%), 30-44 anni (63%), figli piccoli (69%),
del Centro-Nord (63%), è la donna che compra (64%): ecco il bio consumer di Nomisma per il Sana (6-9 settembre) di BolognaFiere.
Un trend che vola: 2,4 miliardi di euro di (altro…)

[del.icio.us] [Digg] [Facebook] [Email]
0 commenti | scrivi un commento




Cibo e ambienteSui regimi alimentari e sulle diete si parla e si scrive oltremisura. Con i ristoranti di mezzo mondo che impazziscono a seguire (e a lanciare) le tendenze con menù sempre aggiornati. L’ultima è la dieta low carb. Attenzione, però, carb non sta per carboidrati, ma indica l’anidride carbonica (CO2) emessa per produrre le varie ricette. Insomma, è una proposta green.
E’ stata rilanciata dal quotidiano britannico The Guardian, il quale recentemente ha riunito in un articolo (altro…)

[del.icio.us] [Digg] [Facebook] [Email]
0 commenti | scrivi un commento




BellunoBelluno potrebbe essere la prima provincia italiana istituzionalmente biologica. La prima Commissione consiliare e la Commissione urbanistica del capoluogo prossimamente si riuniranno per discutere e esaminare il protocollo d’intesa che nei mesi scorsi il Parco Dolomiti Bellunesi ha presentato a Comuni e Unioni montane della provincia affinché si impegnino a promuovere lo sviluppo dell’agricoltura biologica. (altro…)

[del.icio.us] [Digg] [Facebook] [Email]
0 commenti | scrivi un commento




Nei mesi scorsi, il suo rifiuto di adottare i trattamenti obbligatori per la flavescenza dorata e il rischio di condanna monstre (poi risolta in 1.000 euro di multa), hanno fatto salire il viticoltore Francese Emmanuel Giboulot agli onori delle cronache. News
“La mia vicenda – spiega a WineNews – e l’enorme mobilitazione che si è creata a mio sostegno dice di quanto, al di là del vino, il tema dei pesticidi nella produzione di alimenti sia sentito dai consumatori”.

[del.icio.us] [Digg] [Facebook] [Email]
0 commenti | scrivi un commento




Spesa biologicaI consumi nel mercato italiano del biologico sono cresciuti del 17,3% nei primi cinque mesi del 2014 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Si tratta dell’aumento di consumi nel comparto più elevato dal 2002. Lo rende noto il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, presentando l’anteprima del rapporto Bio in cifre 2014, elaborato dal Sinab, Sistema d’informazione nazionale sull’agricoltura biologica, e da Ismea.
Secondo lo studio, le uova risultano essere (altro…)

[del.icio.us] [Digg] [Facebook] [Email]
0 commenti | scrivi un commento




Io semino BioNella campagna 2013 sono stati poco meno di 7.500 gli ettari destinati alla moltiplicazione di sementi con metodo biologico, per le specie soggette a certificazione obbligatoria, appena il 3,9% della superficie nazionale (quasi 193.000 ettari nel complesso).
In cinque anni le superfici destinate alla produzione di sementi biologiche sono quindi diminuite del 30%, visto che nel 2009 erano 10.600 ettari, il 5,3% del totale. Lo rivelano le statistiche pubblicate di recente dal Cra-Scs, l’organo di certificazione ufficiale delle sementi.
“I dati del Cra-Scs sulla contrazione della produzione di sementi biologiche confermano che lo strumento della deroga, soprattutto se gestito con scarso rigore, allontana le aziende sementiere (altro…)

[del.icio.us] [Digg] [Facebook] [Email]
0 commenti | scrivi un commento




VendemmiaCome sarà la vendemmia 2014? E’ prematuro per dirlo. Quello che si può ipotizzare, vista la grande piovosità che ha caratterizzato tutto l’anno, fino ad oggi, è che questa raccolta potrebbe segnare una linea di demarcazione tra dove si può percorrere una strada biodinamica o biologica, e dove no.
Ne è convinto il professo Luigi Moio, Ordinario di Enologia all’Università Federico II di Napoli, e produttore, con la cantina Quintodecimo, in Irpinia. “È da gennaio che (altro…)

[del.icio.us] [Digg] [Facebook] [Email]
0 commenti | scrivi un commento




Fertlizzanti naturaliIl biologico, il settore che ha fatto della sostenibilità e dell’impatto zero la sua vocazione, rischia di diventare, suo malgrado, un punto debole della sicurezza alimentare italiana.
Finti fertilizzanti biologici acquistabili all’estero, infatti, conterrebbero sostanze i cui effetti non sono ancora chiari e verrebbero usati anche in Italia grazie a regole poco efficaci sulle autorizzazioni nel settore dei mezzi tecnici Bio.
C’è, dunque, una falla nell’agricoltura biologica italiana. O meglio, nelle leggi che regolano il commercio dei fertilizzanti per l’agricoltura Bio. Un bug – direbbero gli esperti informatici – che produttori di mezzi tecnici sfrutterebbero a proprio vantaggio, come dei bravi hacker, per far rientrare (altro…)

[del.icio.us] [Digg] [Facebook] [Email]
0 commenti | scrivi un commento




L’offerta alimentare biologica continua a rafforzarsi in tutto il mondo. Negli Stati Uniti, per esempio, il gigante Green Polka dot boxdell’e-commerce Amazon si è associato con The GreenPolkaDot Box per referenziare i suoi prodotti alimentari freschi e surgelati.
La forza della società fondata da Rod A. Smith – che lo scorso anno ha fatturato circa 485mila dollari – è di consegnare i suoi prodotti in uno o due giorni nelle aree geografiche dove l’offerta di prodotti Bio non è ancora presente. Infatti, il The GreenPolkaDot Box propone unicamente prodotti Bio e Ogm free, categorie che stanno crescendo molto negli Usa sul fronte dei consumi.
Per una cifra pari a 50 dollari l’anno, (altro…)

[del.icio.us] [Digg] [Facebook] [Email]
0 commenti | scrivi un commento